Samsara Japamala | Diaspro Rosso - Samsara Japamala
111
single,single-post,postid-111,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,smooth_scroll,

Blog

Diaspro Rosso

Il castello di Bardi foto di Angelo Aneli CC A-SA

Il Castello di Bardi (PR), costruito su uno spuntone di Diaspro Rosso (foto di Angelo Aneli CC A-SA)

Il Diaspro Rosso, pietra con una grande carica energetica, è una varietà di calcedonio che, a sua volta, è una varietà opaca e lievemente traslucida di quarzo. È una roccia a struttura microcristallina, vale a dire che i suoi cristalli poliedrici non sono distinguibili ad occhio nudo. Il suo colore rosso intenso, omogeneo e lievemente tendente al marrone, è dovuto alla presenza di ematite finemente dispersa. Sin dai tempi più antichi, molte civiltà hanno considerato il diaspro rosso una pietra sacra. I Greci portavano, appeso all’altezza del cuore, un talismano intagliato in tale pietra, recante inciso un nibbio che dilania un serpente, cui attribuivano il potere di risvegliare il sentimento amoroso. Anche nella cultura ebraica è un cristallo importante, poiché è una delle dodici pietre sacre del pettorale di Aronne, Sommo Sacerdote di Gerusalemme. Il Diaspro Rosso viene consigliato per vincere la depressione o l’apatia, in caso di disturbi intestinali. Allevia i disturbi epatici. Aiuta le persone timide ed insicure a vincere la paura, infondendo il coraggio di cui necessitano. Infonde passione e valore. Grazie alla sua porosità assorbe facilmente l’energia, fungendo da ottimo rigeneratore di vibrazioni.

Chakra: I Muladhara (Radice)
Segni zodiacali: Ariete, Toro
Bija mantra: Lam
Elemento: Terra 

Japamala in Diaspro Rosso con minuteria in argento brunito

No Comment

Post A Comment